sabato 2 settembre 2023

"Tu e il tuo alunno": analisi nei confronti della scuola contemporanea.

È fresca di stampa la pubblicazione di un nuovo lavoro letterario messo a punto da Maria Teresa De Donato e Horst Költze, nel quale vengono affrontati e sviscerati senza mezzi termini, aspetti variegati della scuola e dell’istruzione; in maniera totalmente oggettiva e priva di interessi di parte. Come sempre, la preparazione in ambito sociale da parte della dott.ssa De donato, da sempre sensibile ai problemi che affliggono alcune fasce di popolazione, si avvale di esperienze pregresse per analizzare il vero rapporto esistente tra istituzioni dell’istruzione e alunni, che proprio in esse, devono accrescere e maturare in maniera sana e naturale la propria formazione culturale. Un rapporto il cui benessere dello studente viene tuttavia messo in discussione, a parere degli autori, da una serie di elementi che proprio all’interno del testo vengono analizzati e descritti in maniera più approfondita.

Dal comunicato ufficiale degli autori:

"TU e il tuo alunno - Tutta la verità sulla scuola, o piuttosto L'AGENDA NASCOSTA DELL'ISTRUZIONE.

  • È importante che la scuola aiuti i bambini e i ragazzi a sviluppare la loro creatività per realizzare il loro pieno potenziale?
  • Gli studenti di tutti i livelli non dovrebbero essere felici di andare a scuola per studiare invece di soffrire per le lezioni e ammalarsi con tutta una serie di sintomi?
  • I genitori dei bambini in età scolare dovrebbero essere consapevoli dell’istruzione?
  • Dovrebbero avere voce in capitolo nel concetto educativo, nei principi educativi e negli obiettivi educativi perseguiti con loro?

QUESTE DOMANDE FONDAMENTALI SONO IMPORTANTI PER TUTTI I GENITORI – E NON SOLO!

"Tu e il tuo alunno" espone al pubblico la nuda verità sulla scuola. La dottoressa Maria Teresa De Donato e l'autore didattico Horst Költze hanno scritto un libro sottile ma altamente esplosivo sull'invisibile macchina scolastica. Il premio Nobel Gerry S. Becker della Chicago School of Economics tratta i bambini come “beni di consumo durevoli”. L’OCSE ha trasformato quello che una volta era un rifugio sicuro per le scuole in un’arena per lo scontro internazionale. I bambini in età scolare sono degradati a schiavi dell’apprendimento.

Gli insegnanti devono:

1) programmare gli studenti come robot umanoidi con blocchi di apprendimento standardizzati;

2) classificare gli studenti come “materia prima” con il martello di valutazione in capitale umano.

Gli autori devono:

• rivelare come l'invisibile meccanismo scolastico alieni gli studenti;

• chiedere: PERCHÉ PERMETTETE QUESTO???

• trasmettere una visione educativa per il 21° secolo: 

  • RIMETTERE LA SCUOLA IN PIEDI,
  • AL SERVIZIO DEGLI STUDENTI,
  • NEL LORO NATURALE INTERESSE AD IMPARARE.

Gli autori trasmettono il messaggio educativo per una società sostenibile, libera e democratica nel 21° secolo:

IL BAMBINO È IL CURRICULUM!

"Tu e il tuo alunno" si colloca nell'ampio orizzonte intellettuale-storico-evolutivo, da Socrate del Nord, il fondatore della filosofia esistenziale Sören Kierkegaard, ad Aristotele, lo studioso universale dell'antichità greca".

. . . e ancora dalla sinossi in quarta di copertina:

“Con questa pubblicazione, guardi dietro le quinte della politica scolastica. In questo scritto, puoi vedere quanto segue:

I Ministri dell'Istruzione hanno trasformato la scuola in una fabbrica di apprendimento per il concorso internazionale sull'istruzione dell'OCSE;

L'OCSE ha deciso di trattare tuo figlio come "materia prima" nella fabbrica dell'apprendimento; 

Nella competizione educativa internazionale, gli insegnanti sono il braccio esteso dell'OCSE. Devono forgiare tuo figlio per l'apprendimento dei prodotti del settore dei test internazionali.

In questo documento imparerai come l'OCSE è riuscita a dominare l'istruzione scolastica dei paesi sovrani con controlli sull'efficienza.

Scoprirai anche come tuo figlio, con il suo innato interesse per l'apprendimento, sia naturale curriculum e come l'educazione sostenibile si realizzi nell'immagine umana della libertà.

Il nono capitolo parla di un'insegnante che ha lasciato il lavoro. Non poteva più sopportare di dover trattare i suoi studenti come schiavi dell'apprendimento, come schiavi dell'apprendimento che devono raggiungere l'obiettivo pianificato con prodotti didattici standardizzati. 

Sotto il tema "ISTRUZIONE E LIBERTÀ", il settimo capitolo apre un orizzonte intellettuale che si estende da Socrate del Nord, il filosofo esistenzialista Sören Kierkegaard, ad Aristotele, l'inglorioso filosofo dell'antichità greca da un punto di vista femminista".

Per maggiori informazioni su questa o altre pubblicazioni degli autori visitate i rispettivi profili:

https://www.amazon.com/Maria-Teresa-De-Donato-…/e/B019G68L8Q

https://www.amazon.com/stores/Horst-K%C3%B6ltze/author/B00455DZDU?

oppure contattateli ai seguenti indirizzi email:

Horst Költze: horst.koeltze@gmx.de (in tedesco)

Maria Teresa De Donato: holistic.coaching.dedonato@gmail.com

 

lunedì 7 agosto 2023

Poeta e lettori: l'unione che vince!

Raccontare le proprie storie e coinvolgere totalmente coloro che hanno voglia di ascoltare, credo sia l’operazione più intrigante e allo stesso tempo più appagante per uno scrittore. L’amore per i libri, per la scrittura e per la lettura cerca e vuole la sintonia tra chi ha qualcosa da dire e chi vuole sapere e conoscere ciò che ruota intorno alla propria esistenza. E questo matrimonio di intenti, muove sicuramente verso lidi dove maturazione ed esperienza si ritrovano; dove desiderio di conoscenza e condivisione di arti stringono un patto di fedeltà.

La magia di questo incontro si è palesata spontaneamente nella fresca e ventilata serata di ieri 6 agosto 2023, nella centralissima Piazza Europa a Sperlonga, gremitissima in questo periodo dell’anno,  grazie al “Little Bar Culture Music Club” di Rocco Giovannangelo, instancabile voce che si è fatta conoscere a colpi di eventi letterari, culturali, artistici e musicali messi a disposizione della collettività con appassionato impegno e capacità organizzativa. Di concerto con la libreria “Il Pavone” di Fondi, e nell’ambito delle manifestazioni culturali inserite nel fitto calendario del Little Bar, ho potuto parlare della mia raccolta poetica “Di luoghi e di sensi”, edita da Pav edizioni e recante la prefazione dello stimato poeta Leone D’Ambrosio, sperlongano e figura di assoluto spessore nell’ambito del panorama letterario italiano, e non solo. 

Sfidando il vento divenuto appena sopportabile e la fresca inconsueta temperatura in questo scorcio d’agosto, ho potuto godere altresì  della presenza di Federica Sanguigni al mio fianco, collega d’arte preparata e competente la quale mi ha accompagnato in questo viaggio esplorativo non solo dentro la raccolta in presentazione, ma all’interno del mondo poetico, allo scopo di scoprirne sfumature, virtù e peculiarità, sia  a livello sociale, che come collante tra modernità e tradizione letteraria.

La serata ha naturalmente soddisfatto ogni aspettativa di presenza, di interesse e di partecipazione attiva da parte dei numerosi presenti. Tuttavia, è doveroso riconoscere che iniziative a favore della cultura e delle arti in generale, come quelle organizzate dal Little Bar e dalla libreria Il Pavone, dovrebbero godere di una maggiore attenzione da parte delle istituzioni locali, non solo per l’importanza pedagogica fine a se stessa  che in primis rivestono, ma per come tali interventi, si tramutino naturalmente in una maggiore presenza turistica e in una opportunità per elevare più di quanto non lo sia, la notorietà di questa magnifica località balneare non trascurando, tra le alte cose, un naturale e conseguente introito economico a favore degli esercizi commerciali presenti.  

Ringrazio pertanto, Il "Little Bar – Culture Music Club" per l’impeccabile organizzazione dell’evento letterario, la libreria “Il Pavone” di Fondi nella persona di Marianna Coscione e Federica Sanguigni, per la grande passione da loro mostrata nel promuovere ciò in cui fermamente credono, e che solo una grande e forte volontà di condivisione può mettere in moto. Auspico infine, e non solo a livello locale, che in un prossimo futuro, vengano meglio valutate talune proposte che, benché poco considerate sotto il profilo pratico, economico e commerciale, tendono comunque ad elevare, e non poco, il livello di sensibilizzazione verso la cultura della lettura e dei libri.

martedì 4 luglio 2023

Latina: due autori due linguaggi poetici

A partire dalle ore 18,00, presso lo “Spazio Culturale di via Cattaneo ” a Latina il prossimo giovedì 6 luglio si terrà la presentazione di due libri nell’ambito dell’incontro “Linguaggi … di poesia”.

Organizzato dalla giornalista Cora Craus redattrice presso Esseredonna Magazine si svolgerà nella giornata del 6 luglio 2023, dalle ore 18,00 presso lo Spazio Culturale via Cattaneo 4 a Latina, l’evento letterario che vedrà la partecipazione di due autori per la presentazione delle loro ultime opere poetiche.  Agli appassionati di lettura e soprattutto di poesia, saranno presentati “Di Luoghi e di Sensi” (Pav Edizioni) di Vinicio Salvatore Di Crescenzo e “Simo próvéle e ómbra, e squizzo de luce - nella lingua degli avi ” (Ed. Atlatide)  di Pietro Vitelli (tradotto in italiano:” Siamo polvere ed ombra. Uno schizzo di luce”). 

Presenza di spicco nell’ambito della manifestazione sarà quella di Leone D’Ambrosio, figura di spessore nell’ambito della poesia italiana contemporanea che ha curato la  prefazione di “Di luoghi e di sensi” nonché espresso una riflessione sulla poesia dialettale, caratteristica che delinea l’opera di Pietro Vitelli.

L’incontro, che sarà moderato da Cora Craus,  raffinata e competente figura in ambito poetico e non solo, intende essere sorta di dialogo tra relatori, autori e pubblico, non soltanto squisitamente osservato dal punto di vista letterario, ma incentrato anche sul ruolo che tale espressione letteraria riveste in seno alla società attuale. Da tale contesto, non saranno trascurate eventuali note di stimolazione che dovessero emergere, sicuramente utili, a inquadrare il tema sotto varie prospettive e/o angolazioni oggettive. 

L'evento sarà anche un’occasione per poter esprimere considerazioni su quanto questa forma espressiva nobile e ricercata, sia performante nella stimolazione di un'intima riflessione e di come sappia provocare emozioni attraverso un linguaggio formato da  semplici versi, ma costruiti e assemblati con arte e ricercatezza per mezzo della parola.

Ogni componimento poetico racconta fatti, circostanze e situazioni che ciascun lettore può ritrovare spesso nella propria vita e che potrà interpretere secondo la propria sensibile visione. E  questi eventi, sono narrati dall’autore con il puro intento di creare un filo emotivo di collegamento col lettore, che per quell’attimo, condivide gli stessi sentimenti.  

La poesia, come dolce equilibrio della mente, come sostanza che si veste di piacere e rifugio infine, per l’anima che cerca riflessione.

Appuntamento quindi a giovedi 6 luglio, alle ore 18,00 presso lo "Spazio Culturale" via Cattaneo  a Latina".

#poesia #viniciosalvatoredicrescenzo #pietrovitelli #diluoghiedisensi #pavedizioni #coracraus #leonedambrosio #spazioculturale #eventilatina #leggere #lettura #libri